Home page

Ceci, curiosita’.

| Cenni storici | Valori nutritivi | Cottura | Consigli | Conservazione |

I ceci appartengono alla famiglia delle leguminose e vengono utilizzati dall’uomo da diversi millenni., caratterizzate dall’avere fiori molto belli e piccole foglioline; i frutti sono legumi contenuti in bacelli.

In passato i ceci venivano diffusamente coltivati anche nel nostro territorio in quanto forniva, anche in terreni aridi e sassosi, una produzione modesta, ma di elevato valore nutritivo.

Cenni storici (torna su)

Il cece deriva da forme selvatiche, originate probabilmente in Turchia , le prime testimonianze archeologiche della coltivazione del cece risalgono all’età del bronzo e sono state rinvenute in Iraq, i ceci si diffusero poi in tutto il mondo antico: Egitto, Grecia, Impero Romano.

Il termine Cicer deriverebbe dal greco Kikus che significa potenza, con ogni probabilità ciò è da ascrivere alle proprietà afrodisiache ed al grande potere nutritivo attribuito al legume.

Da questo sacro legume, il Cicer, deriva il nome  di Cicerone, nonché del grande Arpinate.

Per gli antichi romani era considerato un alto onore far derivare il proprio cognome da quello di una pianta così importante.

Valori nutritivi (torna su)

La nomea secondo la quale il cece era un alimento capace di dare forza e potenza, affonda le radici nella verità: infatti il cece è un seme ricco di principi nutritivi eccellenti. Contiene il 63% tra carboidrati e fibra, circa il 20-25% di proteine e ancora calcio fosforo, ferro, vitamine A e C , amminoacidi essenziali, e le saponine, sostanze che aiutano l’organismo a eliminare il colesterolo dall’intestino.

Il contenuto di grassi del 4% contribuisce a rendere i ceci un alimento altamente energetico.

Cottura (torna su)

I ceci si consumano soltanto secchi. Si raccolgono in estate e vengono fatti essiccare. In autunno è disponibile un legume di pochi mesi d’età, per cui è sufficiente un ammollo di otto ore mentre a primavera i ceci avranno quasi un anno e dovranno essere ammollati per circa diciotto ore.

Di conseguenza la cottura può variare da due a quattro ore.

Consigli (torna su)

Con i ceci si possono preparare ottimi piatti unici, in abbinamento ai cereali; un piatto di pasta e ceci produce un buon effetto di sazietà, anche perché questo legume trattiene molta acqua durante la cottura .

A causa della quantità di cellulosa vanno consumati con moderazione per chi soffre di coliti.

Conservazione (torna su)

Il prodotto deve essere conservato in luogo fresco e asciutto

 

Ricette consigliate

Ricette sui Ceci